La collana di brasadè

Secondo la tradizione sono venduti legati in collane. Quelli di Staghiglione – dove si svolge la tradizionale sagra il lunedì di Pasquetta – vengono confezionati in collane di 11 ciambelle infilate con filo di cotone attraverso il foro centrale. Lo schema di confezionamento è immutato: cinque ciambelle sono infilate con la parte piatta rivolta nello stesso verso e le altre cinque con la parte piatta in verso opposto. L’undicesima ciambella è usata come fermaglio e ad essa si legano i capi dello spago di cotone della collana. La collana così formata viene appesa all’estremità opposta della ciambella “fermaglio” in modo tale da avere tutte le ciambelle con la parte piatta rivolta verso il basso. Un tempo le bambine le portavano come collane ed era anche il regalo che si faceva, tra la gente povera, ad un cresimando: un dolce per festeggiare un momento importante, con il sapore della tradizione. Anche per questo motivo sono chiamati il “dolce delle folle”.