Rane

Elemento essenziale per l’habitat ideale della rana è la presenza, in quantità abbondante, di acqua: in Lomellina la rana è sempre stata l’abitante incontrastata, tanto da diventarne il simbolo e la protagonista di una sagra che ogni anno a settembre si svolge a Sartirana.

Ricche di proteine, ferro, pressoché prive di grassi, fin dall’antichità alle rane sono state attribuite proprietà altamente nutritive e medicamentose. Oggi, a causa dei pesticidi impiegati in agricoltura, sono diventate rarissime, costose, da gustarsi principalmente al ristorante. È possibile trovare le rane in commercio già spellate e pronte all’uso. L’antica pratica consiglia di lasciarle in ammollo in acqua, da rinnovare frequentemente, almeno 7-8 ore prima di cucinarle, per rendere le carni più solide. Il brodo ottenuto con le rane, nutriente e digeribile, era somministrato a chi era in convalescenza o aveva problemi digestivi.